Menu & Ricerca

Non è tutto rose e fiori….e Confetti!

Wedding-2_2“Certo, la professione di wedding planner è davvero stupenda. Non sembra quasi un lavoro, eh? Hai a che fare con i pizzi, i merletti, le persone felici, i fornitori che ti corteggiano…..”

“Ehmmmm, sì, tutto vero. MA. MA. Non è solo questo. Dietro a un evento ben riuscito che dura un giorno solo ci sono mesi di duro lavoro, di trattative commerciali, di adempimenti fiscali, di studio e formazione continua…..”

“Ah”.

“Eh”

Fine della Conversazione.

Forse neanche gli sposi riescono a percepire l’essenza del lavoro di un wedding planner, perché uno dei compiti che ha l’organizzatore di matrimoni è anche quello di dare leggerezza ai suoi clienti, non facendo trapelare qualche stanchezza o intoppo che può risolvere da solo, senza coinvolgimenti.

Se è dunque vero che lavorare a contatto con “il bello”  – che nei matrimoni c’è sempre,  a prescindere dal budget, eh? – è una delle cose a cui tanti aspirano, nel “pacchetto professione wedding planner” c’è anche tutto “il dietro le quinte”, quello che, insomma, non si vede ma è necessario.

Un wedding planner è un libero professionista o un imprenditore (questa differenza dipende da tante variabili, in primis da come svolge l’attività) e, come tale, presuppone studio, organizzazione, pianificazione di ogni aspetto relativo al suo lavoro.

Chiffon ma anche F24. Confetti ma anche business plan.

L’idea di mettere nero su bianco questi aspetti è sempre stato un punto fisso, qualcosa che mi è sempre stata a cuore. E quindi che ho fatto? Ho deciso davvero di scrivere ed è stato così che – una volta che ho terminato – ho riposto i miei pensieri in un luogo sicuro. Avete presente la leggenda del “libro nel cassetto”? Ecco, proprio così è andata.

Poi, grazie a delle persone speciali, quel cassetto non solo si è aperto ma ha trasformato quello che avevo già fatto in qualcosa di prezioso. Perché, sempre quelle persone, mi hanno aiutato a non considerare scontate certe cose, a leggere tra le righe e correggere e integrare e fermarmi ad approfondire.

E quindi ecco che, dopo un inverno passato a scrivere mentre fuori soffiava la bora, la primavera mi ha portato questo.

É uscito ieri. 23 maggio.

Avevo sottolineato questa data sull’agenda a gennaio. Mi sembrava lontanissima e invece eccoci qui.

WEDDING_1875x2500

 

 

Chiara Gily

Sono una giornalista pubblicista e mi occupo di matrimoni. Mi piace scoprire location, tendenze, collezioni di abiti da sposa e, poi, poterne raccontare.

Articolo correlato
Da dove viene l’ispirazione?

Da dove viene l’ispirazione?

“Sì, guarda, siamo sempre alla ricerca di nuove idee. Perché…

Le solite (belle) cose

Qui è dove dico la mia su alcuni elementi che…

Caro wedding planner ti scrivo,

Caro wedding planner ti scrivo,

Così mi distraggo un po’ (Ciao Lucio, ci manchi assai)…

Discussione su questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserisci le tue parole chiave, quindi premi invio per cercare